The Dead Drops è un sistema anonimo di condivisione di files, foto, musica, video ideato dall’artista berlinese Aram Bartholl durante un suo soggiorno a New York nel quale decise, letteralmente, di piantare nei muri di alcuni palazzi della grande mela 5 chiavette usb. Dal 2010, queste installazioni sono diventate centinaia in tutto il mondo ed ogni giorno migliaia di persone armate semplicemente di computer possono scaricare e caricare tutto quello presente sulle chiavette, attaccandosi al muro. Le chiavette sono circa 1104, per un totale di quasi 5000 gigabyte di materiale scaricabile gratuitamente, senza che gli utilizzatori si incontrino fisicamente o si conoscano preventivamente. Proprio da questo particolare deriva il nome di Dead Drops, che era l’identificativo del metodo con cui le spie si scambiavano informazione reciprocamente, pur senza incontrarsi mai, ovvero fissando un luogo prefissato in cui avrebbero depositato i documenti “scottanti”. In Italia sono presenti 62 installazioni(chiavette), in città come Roma, Milano, Cagliari.

Ciò che colpisce è sicuramente il fenomeno sociale, oltre che quello artistico. L’idea di Bartholl, infatti, è sicuramente una delle rappresentazioni più significative del movimento artistico denominato Street Art 2.0 e tutti possono contribuire. Come sancito nel Dead Drop Manifesto, tutti possono installare la propria chiavetta Usb, purchè sia in un luogo pubblico e sia difficilmente identificabile. Per connettervi, collegatevi al sito ufficiale cliccando qui, trovate l’installazione più vicina a voi, portate il vostro pc e collegatelo alla chiavetta(se riuscite a trovarla!!!). Quello che ci troverete dentro lo scoprirete poi…sperando che vi serva.

Luigi Griffo
http://www.manidiricotta.com
Ho 22 anni. Laureato con lode in Economia Aziendale. Al momento, tra un viaggio e l’altro, cerco di trovare la mia strada. Mi piace ogni posto nel mondo, ma almeno una volta all’anno torno nella "mia" Londra. Quando viaggio cerco di mangiare sempre pasti locali perché "non c’è ricordo che non abbia sapore". Una frase per descrivermi? “Il viaggiatore viaggia da solo e non lo fa per tornare contento, lo fa perché di mestiere ha scelto il mestiere del vento. Il viaggiatore odia l’estate, l’estate appartiene al turista.” Ho un difetto : parlo molto. Si vede? Doveva essere una SHORT-bio.