Avete mai sentito parlare della Little Free Library? Chi ha smesso di avere voglia di toccare con le proprie mani infinite pagine o di amare il profumo di vecchi libri di certo non sa di costa sto parlando.

La Little Free Library è un modo davvero COOL per prendersi cura dei libri degli altri!

Questa piccola libreria gratuita nasce per caso nel 2009 a Houston (USA) quando Mr. Todd Bol un giorno installa una casetta di legno a forma di scuola e colma di libri nel proprio giardino per onorare sua madre, amante dei romanzi e insegnate.

Mr Bol inizia a condividere la propria idea con i suoi più cari amici fino a quando questa libreria, piccola come una casa per le bambole, non conquista tutto il vicinato diffondendosi rapidamente. Quando Todd Bol incontra Rick B(r)ooks, un professore di social marketing dell’Università del Wisconsin, la Little Free Library inizia a prendere davvero vita.

Insieme intuiscono che il progetto avrebbe permesso la diffusione e la condivisione della letteratura e dell’amore per i libri in tutto il paese, soprattutto nelle zone più povere del mondo. Oggi la Little Free Library è infatti, un’organizzazione no profit.

50 sono gli stati e 40 le nazioni che aderiscono ogni anno a questo nobile progetto: in Brasile, in Giappone, in Indonesia, in Australia, in Pakistan, in Cina, in Islanda, in Portogallo, in Nuova Zelanda, in America. E in Italia? Dopo quelle di Roma e di Milano, le Little Free Library continuano a crescere anche in Italia (pensate se ne contano 20!). Promuovono la letteratura, non hanno limiti né di età e né di orari ma anzi, molte volte i libri che la gente lascia sono così tanti che una sola piccola libreria non basta.

Ora non vi resta che…

1.  costruire la vostra ‘tiny library’

2.  individuare quella più vicina a voi aprendo la Little Free Library Map dove ogni casetta ha una propria coordinata

3.  leggere e condividere tanto libri!

Sara Lopez
Lunatica, meteoropatica e testarda come un diamante (brilla infatti di luce propria!) ha sviluppato una particolare (in)sensibilità verso tutto ciò che la circonda. Divisa alla nascita da una “gemella cattiva”, per compensare questa mancanza necessita di continui rifornimenti di cioccolato, suo elisir di lunga vita. Amante della vita e delle continue sorprese che essa riserva, crede che viaggiare sia un modo incredibile per vivere un sogno ad occhi aperti!