Heard NY“, questo il titolo dell’ultimo spettacolare progetto del coreografo anericano Nick Cave, famoso per le sue SoundSuits, delle sculture abito, regine  incontrastate di molte innovative mostre d’arte, delle quali si parla in tutto il mondo. Questa volta la sua arte approda a New York, precisamente alla celeberrima stazione centrale, protagonista di tanti film che fanno il giro del mondo.

Dal 25 al 31 marzo, l’installazione-performance (prodotta dall’associazione Creative Time e da MTA Arts for Transit), accompagnerà i viaggiatori in partenza e in arrivo nella stazione della Grande mela, in occasione delle celebrazioni del centenario appunto della Grand Central. Una mandria di 30 cavalli,animati da ballerini e performers, “galopperà” e danzerà tra binari, tabelloni d’orario, sale d’attesa, con in sottofondo una meravigliosa sinfonia di arpe; il tutto avrà sapore etnico, caldo e coinvolgente.

Ciò che colpisce la performance è la volontà di sottolineare il concetto di identità culturale, sempre meno sentito nella nostra epoca di globalizzazione. E quale migliore cornice, se non la spettacolare New York per realizzare tutto questo? Sarà davvero un peccato allora essere di fretta nel prendere il treno!

Claudia Ambrosino
Laureata in Scienze della comunicazione e specializzanda in Imprenditoria e creatività per cinema teatro e televisione. Ama scrivere, cosa che considera naturale, quasi come respirare. Blogger ormai da circa due anni per "Napoli da Vivere". Adora anche il mondo del marketing, della moda e dei viaggi. Cosa farà da grande? Staremo a vedere!