Andando a caccia di ‘coolture’, mi sono tuffata in una tazzina di caffè. Cosa può esserci di meglio per stimolare l’ispirazione? Ma se alla caffeina unissimo il buon gusto, l’arte e il design?

Andrea Illy, presidente di Illy Caffè s.p.a, si è messo in testa di rendere possibile ciò, facendo della pausa caffè un momento, oltre che di piacere per la gola e l’olfatto, di piacere per la vista (e per gli artisti amanti del caffè questa è bella davvero!). L’arte della raccolta e macinazione del chicco di caffè, viene incarnata dal simbolo dello stesso: la tazzina.

L’idea nasce e viene realizzata nel ’92 da Andrea Illy in collaborazione con Matteo Thun, architetto e designer italiano. Da quel momento in poi la tazzina diventerà la tela di molti noti artisti contemporanei e tutte le loro ‘opere’ sono parte della ‘Illy Art Collection’, in continua evoluzione.

L’attività di Illy è così vasta che 300 e più battute sarebbero davvero riduttive, ma vi semplifico la vita facendo un salto in avanti, dal 1992 ad oggi, e focalizzando lo sguardo su Robert Wilson e il ‘Watermill Center Illy Art Collection’ che nel 2013 ha ospitato un workshop al quale hanno partecipato quasi 100 artisti di 30 nazionalità diverse.La serie di tazzine realizzate comprende un soggetto unico creato da Robert Wilson, più cinque lavori selezionati tra tutti quelli dei partecipanti.

Wilson, oltre che sulle tazzine, ha esercitato la sua creatività anche sull’iconico barattolo Illy da 250g, rendendolo un vero oggetto di culto da collezionare.Il ripetitivo decoro ‘OKOKOK’, utilizzato sia per la tazzina che per il barattolo, simboleggia per l’autore la possibilità di sbagliare e lasciarsi andare: ‘è OK commettere errori. E’ OK perdersi. E’ OK ridere.’ (Potrebbe essere il nuovo claim di Illy!)

Tenendoci sul filo dell’attualità, Illy, riconosciuta nel mondo come autorità del vero espresso italiano, è stata scelta come partner ufficiale di Expo 2015 per mettere in scena la più grande rappresentazione della storia di questa bevanda, su commissione della International Coffee Organization (ICO). Andrea Illy afferma: «Per ogni visitatore l’esperienza di Expo 2015 terminerà in un bar bellissimo. L’Esposizione nasce per cambiare le sorti di un Paese e l’edizione di Milano 2015 ha scelto un tema vitale per lo sviluppo dell’umanità: l’alimentazione». Il Coffee Cluster sarà interamente dedicato alla bevanda nera, per cui è prevista la presenza di 39 Paesi produttori e 147 Paesi consumatori dal momento che il caffè si pone come simbolo universale di italianità ed esotismo.

Ancora una volta l’Italia può vantare di una delle migliori aziende produttrici non solo di caffè, ma anche e soprattutto di PIACERE.

Con questo concludo e metto su la moka!

Tags: , ,
Costanza Tagliamonte
Classe '91, studia marketing e comunicazione d'impresa, fuorisede (dal paesello alla Capitale), ha la propensione nel definire le proprie relazioni, continuamente alla ricerca del bene e paladina della giustizia. Musicomane tra Freddie Mercury e Mina. Appassionata di advertising in ogni sua forma, ergo aspirante copywriter. Ha il potere di sintetizzare tutto: concetti, situazioni, pensieri! Se potesse si reincarnerebbe in una gatta: solare quando e con chi le pare, altrettanto schiva. Datele del buon cibo e diventerà vostra amica per la vita.