Londra. I Dicembre 2012. Data stirica e memorabile. A pochi passi da Piccadilly Cyrcus, precisamente a Regent Street, nei pressi del Mayfair ,e di Sohoriapre infatti lo storico “Cafè Royale”, luogo che ha ospitato i più famosi personaggi della storia, della cultura, dell’arte, della moda, della musica.

Lì dove si racconta che Oscar Wilde dopo essersi ubriacato con l’assenzio, immagino’ di trovarsi in un campo di tulipani. Lì dove Virginia Wolf e aveva l’abitudine di cenare in tutta solitudine. Lì dove David Bowie e Lou Reed si scambiavano roventi effusioni. E ancora, Tony Curtis, Barbra Streisand,Sonny Bono, Ryan O’Neal, Mick e Bianca Jagger. Come poteva un luogo magico come questo rimanere assopito e coperto dalla polvere?

E allora, a svegliare dal torpore del sonno questo posto incantato, è stato Sir David Chipperfield il quale ha deciso di trasformare l’intero edificio in un Hotel di lusso, riportandolo agli antichi splendori. Pregiato marmo di Carrara per i bagni, ampissime camere (si va da 37  a 140 metri quadri), arredi chicchissimi, prezzi abbordabili (si parte da 500 dollari, anche se per il mese di Aprile è previsto un aumento di circa 200 dollari).

Certo, i battenti dello storico locale avrebbero dovuto spalancarsi già in occasione delle Olimpiadi ma alcuni problemi tecnici ne hanno ritardato l’inaugurazione. Ma, com’è che si dice? Meglio tardi che mai!

Sul Times, leggiamo delle speranze che questo posto “torni a essere quel posto cool dove la vita bohèmien e alta società si prendevano a cazzotti”.

E allora, Ladyes and Dandys di tutto il mondo, fatevi avanti: Il Cafè Royale è tornato!

Claudia Ambrosino
Laureata in Scienze della comunicazione e specializzanda in Imprenditoria e creatività per cinema teatro e televisione. Ama scrivere, cosa che considera naturale, quasi come respirare. Blogger ormai da circa due anni per "Napoli da Vivere". Adora anche il mondo del marketing, della moda e dei viaggi. Cosa farà da grande? Staremo a vedere!