Monday 01st September 2014,
Coolture Hunter

La follia è contagiosa al Ristorante Ciabot di Rivanazzano (Pavia)

Sara Lopez 6 marzo 2013 Mangiare commenti
Ciabot di Pavia 1

Questa volta uno dei ristoranti più folli di tutti i tempi si trova in Italia. Al Ciabot di Pavia, dove la parola d’ordine è il divertimento assicurato, può accadere davvero di tutto!

La bellissima struttura del ristorante è una vecchia cascina del 1500 dove i tavoli di legno molto semplici, un pianoforte e il camino si sposano perfettamente creando un ambiente rustico e familiare. Il tocco in più è dato, poi, dal personale così amichevole da farti sentire immediatamente a tuo agio.

In questo stravagante locale si è accolti con un’insolita macchina per il pesticida che t’innaffia, direttamente in bocca, il tuo dissetante aperitivo per darti un giusto benvenuto.  Sui deliziosi tavoli di legno massiccio, poi, le tovagliette sono fatte con stracci e pezze di ogni genere (…rigorosamente puliti!) e l’antipasto è servito su una tegola, naturalmente verniciata.

Che la cena abbia inizio… Al ritmo della fanfara dei bersaglieri ci saranno singolari e folli camerieri a servire deliziose portate: un prelibato risotto ai funghi vi sarà versato direttamente nel vostro piatto con una cazzuola da un folle muratore che nella sua carriola custodisce con cura la fumante pietanza! E se siete troppo pigri per utilizzare le posate, niente paura perché squisiti agnolotti vi saranno direttamente imboccati da rustiche e dolci contadinelle (… con tanto di quanti di gomma) pronte e al vostro servizio.

Avete bisogno di uno stuzzicadenti? Tenaci boscaioli arriveranno con un pezzo di legno e un’accetta e ve lo prepareranno velocemente e sotto i vostri occhi, colpendo con forza il tavolo dove starete trascorrendo l’incredibile e pazza serata.

Le semplici pietanze del Ciabot sono davvero saporite e invitanti pur non essendo molto elaborate. La carne è ottima e tra il secondo e il dolce, un buonissimo budino al cioccolato servito in un vaso da notte, si dà la possibilità ai commensali di fare una breve pausa saltando sui tavoli per ballare la fanfara. A tutti è offerto un travestimento da indossare e con le luci da discoteca e la musica si canta e si salta come matti!
Il Ciabot è aperto solo il fine settimana e prevede un menù fisso di 50 euro a persona. La cifra può risultare elevata ma i prodotti sono sani, buoni, genuini e le porzioni sono davvero abbondanti! Situato in via Silvio Pellicco lungo la Strada Cappelletta n°2 a Rivanazzano (Pavia), il Ciabot è sempre affollato e pienissimo. E’ meglio prenotare servendosi del sito, www.ciabot.com, se con sicurezza si vuole trascorrere una bizzarra serata in questa cascina piena di matti.

Non stupitevi poi se vedrete un enorme trattore girare per la sala e se, per terminare la serata, sarete invitati a bere una grappa da un dolce angioletto che fa la pipì. Questo e molto altro è il Cabot!

Like this Article? Share it!

About The Author

Lunatica, meteoropatica e testarda come un diamante (brilla infatti di luce propria!) ha sviluppato una particolare (in)sensibilità verso tutto ciò che la circonda. Divisa alla nascita da una “gemella cattiva”, per compensare questa mancanza necessita di continui rifornimenti di cioccolato, suo elisir di lunga vita. Amante della vita e delle continue sorprese che essa riserva, crede che viaggiare sia un modo incredibile per vivere un sogno ad occhi aperti!

Leave A Response