Se avete sempre creduto nell’esistenza di altre forme di vita nell’universo e siete incondizionatamente affascinati dal mondo alieno, non vi resta che continuare a leggere.

Vi proponiamo 5 tappe alla scoperta di vecchi (… e magari nuovi!) luoghi extra-terrestri dove avvistare un disco volante è possibile! Un viaggio sulle tracce degli alieni per conoscere i misteri, spesso irrisolti, che circondano luoghi incredibili.

Triangolo delle Bermuda

Il Triangolo delle Bermuda, una zona  dell’Oceano Atlantico settentrionale di forma per l’appunto triangolare, è considerata una delle zone maledette per eccellenza. Molte sparizioni di aerei e navi sono state documentate dagli anni ’50 in poi e molti avvistamenti di strani oggetti volanti sono stati classificati come UFO. Ovviamente per respirare l’alone di mistero che circonda questo luogo, non dovrete necessariamente rischiare la sorte e raggiungere il baricentro del triangolo ma, basterà sostare per qualche minuti in corrispondenza dei tre vertici: il punto più meridionale della costa dell’arcipelago delle Bermude, il punto più occidentale dell’isola di Porto Rico, il punto più a Sud della penisola della Florida.

Roswell

A Roswell, New Mexico, giungono ogni anno moltissimi appassionati di ufologia provenienti da tutto il mondo. Ad attirare la loro attenzione non è solo il cosiddetto “Incidente di Roswell”, ma anche l’International Ufo Museum and Research Center pieno di documenti originali dell’epoca. Nella piccola località del New Mexico, dove i misteri irrisolti sono all’ordine del giorno, nel 1947 qualcosa si schiantò sul suolo e che sia un oggetto volante non identificato oppure un pallone-sonda non è certo. Dopo sessant’anni il caso Roswell è ancora aperto soprattutto se i famosi filmati dell’autopsia dei corpi trovati nel relitto sono ancora in circolazione!

Kigali

Nell’Africa centrale, nella capitale del Ruanda, si nasconde un vero e proprio mistero. Precisamente nella foresta del Kigali insoliti resti non identificati sono stati rinvenuti da un team di antropologi. Le tombe scoperte dai ricercatori, risalirebbero a 500 anni fa e i 200 corpi trovati avrebbero delle strane sembianze aliene: si tratterrebbe di insoliti esemplari alti 7 metri con teste gigantesche prive di naso, bocca e occhi.

Torriglia

Anche nella nostra Terriglia, vicino Genova, ci sono stati dubbi sull’esistenza o meno di altri esseri, abitanti dell’universo. Nel 1978, infatti, ebbe inizio il caso Fortunato Zanfretta, il metronotte che una sera, nel corso di un giro d’ispezione in alcune ville della zona, si scontrò con due esseri alti almeno 3 metri, dalla pelle verdastra e rugosa e con la testa triangolare dotata di strane spine. Questi strani esseri dagli occhi gialli e feroci come animali lo avrebbero rapito e condotto all’interno di una nave spaziale. Il metronotte, che sostiene di essere stato rapito altre 12 volte nel corso della sua vita, è stato più volte sottoposto a esami psicologici e anche farmacologici superati con successo. Da allora fino alla fine degli anni ’80 altri fenomeni paranormali si susseguirono in zona.

Mohenjo-daro

 In Pakistan, nell’antica città Mohenjo-daro sorta nella valle dell’Indo, nel 1944 furono portate alla luce dall’archeologo Mortimer Wheeler incredibili scoperte. La città, risalente al 2.500 a.C., improvvisamente scomparve così come la sua popolazione. Numerose ricerche condotte dallo studioso gli permisero di scoprire testi sanscriti, come il Ramayana, che racconterebbero non fenomeni mitologici ma le descrizioni di veicoli volanti di ogni forma e dimensione e di armi atomiche molto potenti. Gli oggetti e i resti raccolti in zona (e analizzati dal Cnr di Roma) sostengono la tesi: appaiono fusi, almeno a 1.500 gradi, e poi rapidamente raffreddati. Nulla di tutto ciò è certamente possibile in natura!

Sara Lopez
Lunatica, meteoropatica e testarda come un diamante (brilla infatti di luce propria!) ha sviluppato una particolare (in)sensibilità verso tutto ciò che la circonda. Divisa alla nascita da una “gemella cattiva”, per compensare questa mancanza necessita di continui rifornimenti di cioccolato, suo elisir di lunga vita. Amante della vita e delle continue sorprese che essa riserva, crede che viaggiare sia un modo incredibile per vivere un sogno ad occhi aperti!