I romanzi di Andrea Camilleri sono tra i più misteriosi, autentici ed affascinanti del panorama letterario italiano. Oltre che allo scrittore, parte del merito va alla straordinaria terra che è la Sicilia, da sempre teatro di questi romanzi e della quale ci siamo innamorati anche grazie alla serie tv Il Commissario Montalbano.

Grazie alla serie tv che ha coronato di immagini i luoghi che abbiamo immaginato sognanti leggendo i libri di Camilleri negli ultimi anni la voglia di scoprire la Sicilia è diventata incontenibile ed i turisti interessati a visitare i luoghi delle inchieste di Montalbano sono aumentati in modo considerevole. Tra le mete più richieste, certamente la veranda di Marinella dove il commissario, interpretato dall’attore Luca Zingaretti, passa la maggior parte del tempo tra ipotesi, deduzioni, pranzi a base di pesce e cene a lume di candela con Ingrid, la fimmina svidisa. I romanzi di Camilleri sono ambientati tra Vigata e Montelusa, cittadine fantasiose identificate con Porto Empedocle e Agrigento, una fascia di terra perfetta per un week-end durante il quale è possibile addirittura soggiornare nella casa di Salvo, set della serie televisiva, trasformata in bed&breakfast. Il commissariato di Vigata, invece, dove lavora Salvo con i suoi collaboratori, è ambientato all’interno del Municipio di Scicli, uno spettacolare edificio in stile rinascimentale dei primi del ‘900. E per chi vuole assaporare il sapore del pesce fresco che si mescola a quello delle interiora d’agnello bollite e cosparse di caciocavallo dell’Osteria San Calogero deve recarsi a Porto Empedocle.

Nella serie andata in onda nel 2011, il Giovane Montalbano, si sono aggiunti alla serie nuovi luoghi, ugualmente affascinanti, a partire dal fantomatico villaggio di Mascalippa, che si trova in realtà nella zona interna della Sicilia, in provincia di Enna. Un luogo che però Montalbano non gradisce tanto per via della lontananza dal mare, dove è cresciuto con tutta la famiglia. Quello splendido mare siciliano che fa da sfondo alle serie tv che vedono protagonista Zingaretti ed ai romanzi di Camilleri.

Luigi Griffo
http://www.manidiricotta.com
Ho 22 anni. Laureato con lode in Economia Aziendale. Al momento, tra un viaggio e l’altro, cerco di trovare la mia strada. Mi piace ogni posto nel mondo, ma almeno una volta all’anno torno nella "mia" Londra. Quando viaggio cerco di mangiare sempre pasti locali perché "non c’è ricordo che non abbia sapore". Una frase per descrivermi? “Il viaggiatore viaggia da solo e non lo fa per tornare contento, lo fa perché di mestiere ha scelto il mestiere del vento. Il viaggiatore odia l’estate, l’estate appartiene al turista.” Ho un difetto : parlo molto. Si vede? Doveva essere una SHORT-bio.