La Primavera è finalmente arrivata, i fiori sbocciano e tutto intorno si colora di un inebriante profumo.

Giardini La Mortella, Ischia.

A due passi dalle spiagge modaiole e mediterranee di Forio, sorgono i giardini tropicali La Mortella. Voluti da Susanna Walton, moglie del compositore inglese Sir William Walton, questi giardini, progettati dall’architetto d’esterni Russel Page, sono un’oasi incantata: piante d’aloe, ninfee blu, fiori di loto ma anche particolari arbusti dalle forme sinuose. Arricchiti da incredibili stagni e da piccole cascate, i giardini La Mortella sorgono in una residenza privata e sono visitabili dal 30 Marzo.

Parco Sigurtà, Verona

Al Parco Sigurtà a Valleggio sul Mincio nel mese di Aprile i prati si riempiono di tulipani. Le 150 varietà offerte ai numerosi visitatori in occasione del festival Tulipanomania sono uniche: lunghe distese si tingono di giallo, arancio, blu e rosso. Il parco diventa un luogo incantevole, i numerosi sentieri, percorribili in bicicletta o a piedi, si profumano di dolci odori speciali.

Villa La Pescigola, Toscana

A Massa Carrara, nel cuore della Lunigiana, sorge la storica Villa La Pescigola immersa in un mare di narcisi. Le 450 varietà di narcisi disegnano affascinanti forme geometriche sui prati della villa colorandola di giallo, di bianco, di rosso, di arancio, di blu. Il fiore più profumato dell’intera stagione, tra la più grande collezione di narcisi di tutta l’Italia, dona infinite sensazioni di piacere.

I Giardini dell’Abbazia di Rosazzo, Udine

Nel bel mezzo delle verdi colline friulane sorgono i meravigliosi roseti dell’Abbazia di Rosazzo. Moltissime sono i tipi di rosa che decorano le vecchie mura dell’Abbazia e i suoi antichi cancelli. I suoi giardini si tingono di rosso, di bianco e di rosa e il 10, l’11 e il 12 Maggio aprono le loro porte al pubblico.

 I Giardini della Landriana, Lazio

Vicino Roma, ad Ardea, sorgono i bellissimi Giardini della Landriana ricchi di sentieri e piccoli luoghi, dove rinfrescarsi all’ombra di un albero. Dal 19 Aprile i giardini aprono le porte al pubblico mostrando, in tutto il loro splendore, la romantica valle delle rose antiche con il lago, il profumatissimo giardino degli aranci, l’emozionante viale bianco, il giardino degli ulivi, il fantastico prato blu e molto altro ancora.

Il Parco del Castello Quistini del Rovato, Lombardia

Tra rose, storia e leggenda a Brescia sorge l’indimenticabile Parco del Castello Quistini del Rovato. Il parco delle rose, che dal 7 Aprile riapre tutte le domeniche al pubblico, si tinge di dolci colori pastello. Dal piccolo labirinto in cui ripercorrere tutta la storia della rosa, è possibile recarsi al piccolo orto di piante officinali e curative fino al frutteto alla scoperta dei dolci frutti di stagione.

La Reggia di Caserta, Campania

Considerata la reggia di Versailles d’Italia, la Reggia di Caserta, proclamata dall’UNESCO patrimonio dell’umanità, si circonda di vasti prati sempre verdi. All’interno di questo immenso Parco si distinguono due affascinanti giardini: quello all’inglese e quello all’italiana. Il Giardino all’Inglese, voluto dalla regina d’Asburgo, si distingue per il suo paesaggio fedele il più possibile alla romantica natura, mentre quello all’Italiana, caratterizzato da alberi e siepi, è arricchito da suggestive fontane e statue che riprendono la mitologia greca. E’ sempre possibile ammirare le bellezze della Reggia esaltate ancora di più dalla tiepida stagione Primaverile.

Sara Lopez
Lunatica, meteoropatica e testarda come un diamante (brilla infatti di luce propria!) ha sviluppato una particolare (in)sensibilità verso tutto ciò che la circonda. Divisa alla nascita da una “gemella cattiva”, per compensare questa mancanza necessita di continui rifornimenti di cioccolato, suo elisir di lunga vita. Amante della vita e delle continue sorprese che essa riserva, crede che viaggiare sia un modo incredibile per vivere un sogno ad occhi aperti!